• Poor_Bigness

    [immagine dalla brochure informativa]
    Esch-sur-Alzette, Lussemburgo, una cittadina vicinissima al confine francese, zona di industrie siderurgiche, che si vedono, qua e la, abbandonate come fossero una testimonianza del passato, di quando gli immigrati eravamo noi italiani. Se vai da quelle parti, di italiani, ce ne sono ancora tanti e alcuni si ritrovano in bar fumosi dove si gioca a briscola …

  • meno1

    Di qualche giorno fa la notizia dell’esito di uno dei concorsi (Meno è più1) banditi dal comune di Roma, della serie “Meno è più”, per la realizzazione di scuole a servizi annessi nelle periferie di Roma. Nello specifico si tratta di un parcheggio interrato, nella zona del Divino Amore e una scuola, con parco e parcheggio al Colle delle Gensole. L’esito ha visto tra i vincitori l’arch. …

  • Bigness

    ovvero il problema della grande dimensione ‘Superata una certa scala, l’architettura assume le peculiarità della Bigness.[…]Di tutte le possibili categorie, quella della Bigness non sembrerebbe meritare un “manifesto”sminuita come questione intellettuale, pare essere in via di estinzione, come dinosauro, per la sua goffaggione, lentezza, mancanza di flessibilità, problematicità.Teoremi […] 3. Nella Bigness, la distanza tra nucleo e involucro cresce al …

  • Biennale ..la fine

    Da due giorni è finita la biennale di architettura, alcune considerazioni finali: su ciò che non avremmo voluto vedere e soprattutto una speranza che questa volta sia veramente la fine degli atteggiamenti architettonici accademici italiani. Mi riferisco, naturalmente al padiglione italiano, alle critiche volte ad un generale ”autoassolvimento” di una classe architettonica di trent’anni fa e più. Il non voler ammettere gli errori del passato scaricandoli sul …

  • Regionalismo architettonico vs International Style

    La riflessione sulla sostenibiltà e sul futuro che lasceremo alle generazioni future è, sicuramente, l’argomento più importante che l’architettura e la pianificazione urbana devono sostenere. Come discusso anche in questo blog nei posts precedenti, gli allarmi sulle condizioni del pianeta e sulla qualità della vita, stanno velocemente scadendo. L’industrializzazione massiccia del secolo scorso ha creato un modello di sviluppo, …

  • Borderline

    L’Agence Borderline, in occcasione di Lussemburgo Capitale della Cultura 2007, organizza eventi artistici site-specific, in quattro dogane oramai dismesse dopo l’entrata in vigore del trattato di Schenghen. Gli artisti vengono chiamati a confrontarsi con il tema dell’inclusione/esclusione e con il concetto di frontiera come luogo fisico e mentale. La riflessione, che l’Agence Borderline stimola, è incentrata sul potenziale del passaggio giornaliero ma non solo, con …

  • Life out Balance

    Due articoli apparsi ieri e oggi su Repubblica inducono alla riflessione, il primo ieri è il reportage nel ghiacciaio Halong dove nasce il Fiume Giallo. Il racconto è agghiacciante, dal 1966 su 125 Kmq se ne sono persi 22, ogni anno in Tibet i ghiacciai scompaiono con la velocità del 7% all’anno. L’altro articolo prende spunto dal rapporto …

  • città

    #1 è una città per la colonizzazione di nuovi mondi e pianeti ma anche per lo sviluppo di nuove città di fondazione sul pianeta terra, è formata da una serie di comunità di 2000 abitanti, specializzate e basicamente autosufficienti, basicamente nel senso che hanno i servizi per la sopravvivenza e specializzate perché ognuna ha una vocazione specifica.Quindi la città è formata da moduli-cellule combinabili, piattaforme dove l’architettura ha …

  • Digital Imaging project

    Un interessante progetto di raccolta immagini su architettura e arte, il digital imaging project è un database con più di 13000 immagini categorizzate per luogo, artista o architetto. Curata da Mary Ann Sullivan della Bluffton University dell Ohio. Le immagini sono scattate o raccolte dalla curatrice.

  • Jamie Fobert, Point of view

    Arriva a Roma e per la prima volta in Italia una mostra sui progetti dell’architetto Jamie Fobert, sarà inaugurata il 24 ottobre, con una conferenza alle ore 18 presso The British school of Rome in via Gramsci 61, sino all’ 8 Novembre. Forbet, poco conosciuto e studiato nelle università italiane, è parte di quegli architetti attenti agli elementi propri dell’architettura, luce materiali volume e percezione dello spazio. Formatosi …

  • spam architecture

    Tra le nuove ricerche che si pongono al limite tra tecnologia arte va segnalata quella di Alex Dragulescu. Principalmente si tratta di esplorazioni creative del mondo web, ricerche su algoritmi che trasformano realtà digitali, connessioni flussi, spam-mail ma anche robots che scansionano i web blogs estrapolando frasi su specifici temi ricomponendoli in una sorta di pensiero collettivo. Nel caso del progetto spam mail architecture, le immagini …

  • sonic city

    Sonic city è un progetto multidisciplinare, realizzato da una collaborazione tra il Future Application Lab (Victoria Institute) e PLAY Studio (Interactive Institute) di Goteborg, è una visione parallela della città, trasforma i suoni, i rumori della città, integrandoli con fattori umani, battito del cuore, movimento, sosta; ma anche fattori ambientali, inquinamento, illuminazione ecc. Il risultato sono stimoli sonori, musica creati dall’interazione dell’uomo con lo spazio….